top
logo

ClustrMaps

CISAR

Centro
Italiano di Sperimentazione
Attività
Radiantistiche

R.N.R.E.

Raggruppamento
Nazionale
Radiocomunicazioni
Emergenza

Sulmona I.S.P.

Ispettorato Territoriale
Lazio e Abruzzo
Sulmona

Amsat

Amsat Italia

Previsioni meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it

La nostra storia PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 01 Dicembre 2010 15:46

La nostra storia parte, se vogliamo, qualche decina di anni fa quando molti di noi frequentavano la frequenza cosiddetta CB. Eravamo tutti giovani ragazzi pieni di voglia di fare e come tutti i ragazzi capaci (secondo noi) di spostare il mondo e così cominciammo a scoprire quella che era la frequenza dei radioamatori. Eravamo timorosi e sopratutto impossibilitati a parlare liberamente perché non avevamo né la patente né la licenza, ascoltavamo questi vocioni che parlavo non dalle nostre parti, qualche volta di tanto intanto ci affacciavano, nelle ore serali, su alcuni dei tanti ponti civili che arrivavano per poter chiacchierare con altri come noi…. …..aspiranti radioamatori.

Dopo un po’ nell’Alto Sangro eravamo diversi radioamatori. I primi tempi cercavamo di parlare su quei pochi ponti che esistevano e che arrivavano, perlopiù, dalla Campania. Ma entrare in quei QSO fatti solitamente da radioamatori che o ti ascoltavano male o facevano finta di non ascoltarti continuando a fare i loro QSO era quasi impossibile.

Decidemmo, allora, di inventarci qualcosa per nostro conto. Eravamo alla fine degli anni ottanta e installammo un ripetitore su Monte Pizzalto. La frequenza era quella dell’R5 (145.725 shift -0,600). L’esperienza fu una delle più belle in assoluto. Ancora ricordo quella mattina di una domenica di primavera, partimmo io e Massimo (IW6MKC) con il suo fuoristrada e con un ponte assemblato da lui (c’erano due CT1600, una schedina COR, l’alimentazione e 6 filtri in cavità), in postazione non c’era corrente e quindi avevamo con noi anche pannelli solari e batterie per l’alimentazione. Installiamo le apparecchiature, accendiamo il ponte per vedere se tutto funzionava correttamente, se i ROS erano buoni e……. non riuscivamo a fare nessun controllo perché con nostra grande meraviglia ascoltavamo tre quarti d’Italia. Restammo…. Bhoo non so come dire la soddisfazione, ma soprattutto la meraviglia era tale che non sapevamo come comportarci. Dopo circa un’ora riuscimmo a fare le nostre prove, tutto era a posto, chiudiamo il casotto e scendiamo.

Non stavamo piĂą nella pelle, avevamo installato un ripetitore che aveva una copertura contro ogni nostra previsione, ci sembrava quasi di sognare.

Andammo avanti così per un pò di tempo e poi capimmo, con l’esperienza, che bisognava richiedere un’autorizzazione per poter tenere acceso il ponte. Cosa e come di doveva fare nessuno lo sapeva, o meglio alcuni radioamatori ci dicono che è possibile farlo solo attraverso una associazione, ma quale!!

Dopo lunghe ricerche venimmo a conoscenza dell’ARI. E qui metto un punto in quanto la vicenda dell’iscrizione all’ARI, alla fine di tutto, ha comportato lo spegnimento definitivo di quel ripetitore che copriva dal Friuli alla Sicilia.

Intanto eravamo un gruppetto di quattro radioamatori ben affiatati (IW6MKC Massimo e IW6NQW Marcello da Castel di Sangro e IW6NSB Nestole e IW6NSA Gianni da Roccaraso) che cominciammo a parlare di associazione locale di radioamatori, poi conoscemmo Angelo IK6RCE da Villetta Barrea oltre ad altri radioamatori Altosangrini.

 

Per farla breve il 9 Novembre 1991 presso il Notaio Altiero in Roccaraso nasceva ufficialmente l’Associazione Radioamatori Alto Sangro poi denominata ARAS i cui soci fondatori erano: IW6NQW Presidente, IW6MKC VicePresidente, IW6NSB Segretario/Tesoriere e IK6RCE insieme a IW6NSA Consiglieri.

Nel corso della nostra storia molti sono stati i radioamatori iscritti e naturalmente l’esperienza ripetitori non è terminata con quel R5 anzi nel corso degli anni abbiamo avuto prima un R7alfa, poi però vedendo che la frequenza era occupata e non trovando una postazione decente decidemmo innanzitutto di costruire una postazione nostra, dell’Associazione, e poi di trovare una frequenza più o meno libera dove allocare un ripetitore.

 

Chiedemmo al Comune di Castel di Sangro di darci del terreno per realizzare quello che all’epoca era solo un sogno e dopo progetti, carta bollata, nulla osta vari e qualche anno di attesa finalmente ci fu rilasciata la concessione per poter realizzare una postazione radioamatoriale tutta nostra in posizione strategica a circa 1500 mt dal livello del mare. Ora in questa postazione c’è il famoso R4alfa oltre all’RU12 del Link Nazionale.


Nel frattempo nel giugno del 1992 si svolgeva a Castel di Sangro e nelle zone molisane del Volturno il “12 Campionato del Mondo di Pesca a mosca” dove la nostra associazione da dato il meglio di se affiancando, per le notizie del pescato, tutta la giuria internazionale dell’organizzazione.

E’ inutile dire che questa non è stata la sola esperienza di servizio radio ma ce ne sono state, nel corso degli anni, diverse altre.

Poi, come un po’ tutte le cose, anche la nostra associazione ha avuto un momento di calo ma ora stiamo tentando di rilanciarla. Diversi radioamatori sono nati da allora e diversi hanno abbandonato la radio, purtroppo. Noi cerchiamo di mantenere sempre accesa la fiamma del radiantismo tant’è che ultimamente sono stati installati altri due ripetitori, uno nel Comune di Barrea (RU1) ed uno nel comune di Rionero Sannitico (RU7), ponti installati nella prospettiva di una rete regionale. Sempre nell’ottica di entrare capillarmente nel nostro territorio, molto montuoso, a breve sarà installato, sempre nel Parco Nazionale d’Abruzzo, un altro ripetitore collegato al Link Nazionale Cisar e tenteremo di ripetere l’R4 alfa con un’altro R4 alfa sempre nella zona del Parco Nazionale.

 

Questa è la nostra storia, la storia del radioantismo nell’Alto Sangro, speriamo che questa fiammella duri molto a lungo e che l’etere si riempia sempre più di radioamatori giovani e volenterosi.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 28 Settembre 2011 17:38
 

Centro Servizi


Centro di Servizio
per il Volontariato
della provincia dell'Aquila

Postazioni radio tv



Disponibili, nell'Altosangro e nel Parco Nazionale d'Abruzzo, postazioni per installare ponti radio e televisivi per informazioni scrivere a:
info@cisaraltosangro.it

Sponsor


Banca di Credito Cooperativo
di Roma
Ag. di Castel di Sangro

Castel di Sangro


Città
di
Castel di Sangro

QRZ



QRZ callsign lookup:

Callsign lookups provided by
qrz.com

Webcam

Castel di Sangro
Piazza Plebiscito

Webcam Piazza Plebiscito, Castel di Sangro

SDR webradio


WebRadio



Sintonizza una radio SDR

Orologio

Ulti Clocks content

bottom